Digital Transformation: è cominciata l’era delle Reti Intuitive

Uno dei pilastri sui quali si basa la Digital Transformation che ci coinvolge tutti e interessa ogni azienda, dalle piccole e medie imprese fino alle grandi organizzazioni internazionali, è certamente il networking, l’insieme di cloud e di reti pubbliche e private, che garantiscono connettività immediata a tutti i tipi di device che utilizziamo per compiere azioni quotidiane, soprattutto per comunicare e lavorare.

In pochi anni lo scenario si è modificato in modo radicale: il networking non è più un semplice vettore di TLC, per quanto essenziale, ma grazie a Internet e alle infrastrutture cloud e IT è diventato uno spazio reticolare globale, una fitta tramatura che fornisce strumenti di svago e intrattenimento, di ufficio e di lavoro, anche quelli più quotidiani, come gli applicativi di scrittura e i fogli di calcolo, custodisce i risultati, analizza e controlla, protegge e indirizza flussi di dati e contenuti, sia in entrata che in uscita. La connettività dei device, poi, apre uno scenario nuovo e potentissimo relativo alla reperibilità, alla mobilità e alla riduzione di tempi e distanze.

Oggi guardiamo il Tour de France e possiamo seguire ogni singolo corridore durante ogni tappa; possiamo correre ogni mattina e osservare le nostre performance e il nostro stato di salute; operiamo con le  banche tramite smartphone e PC.  Chi fornisce servizi o commercia può incassare e fatturare in tempo reale grazie ai Pos; la medicina e l’assistenza sanitaria forniscono prestazioni complesse senza essere in loco; le attività di impianti domestici, civili e industriali, dalle forniture energetiche al riscaldamento, dai sistemi di domotica a quelli antifurto,  sono controllate a distanza con parametri di precisione che prima dell’automazione digitale non erano minimamente pensabili.

Tutto questo è la rete, o meglio, le reti e il networking alla base di un progresso tecnologico che produce vantaggi strategici su tutti i fronti, ma che non può fermarsi allo stato dell’arte.

L’archiviazione dei dati in cloud, ad esempio, riduce in modo drastico il rischio di perdita di informazioni nel caso in cui i singoli device subiscano danni irreparabili: l’incremento della raccolta di dati sensibili, d’altro canto, deve tradursi anche in capacità analitica e progettuale, per aumentare la produttività e correggere al meglio i flussi di lavoro.

Anche la sicurezza dei dati, dipende dalle reti e dalle loro difese: con sempre più strumenti connessi e più tipologie di traffico, le imprese ampliano la propria articolazione di flussi, ma devono alzare le difese contro l’aumentato rischio di attacchi informatici, in tempi di ransomware e intrusioni davvero minacciosi.

Grazie alle soluzioni fornite recentemente da Cisco, il networking è pronto alle sfide di una nuova era all’insegna di Cloud, Mobility, IoT e Cyber Security.

In questo senso, per Cisco implementare i modelli di rete significa renderli sempre più semplici, automatizzati e sicuri, ma soprattutto “intuitivi”. Questo è il punto fondamentale:  utilizzando in modo combinato e innovativo gli analytics avanzati e l’intelligenza artificiale, le reti Cisco di ultima generazione possiedono un sistema di intelligenza artificiale che le rende in grado di imparare da sé stesse, da ciò che registrano ed eseguono. Come?

Le Reti Intuitive

Il modello di “rete intuitiva” si basa su una piattaforma “potenziata dall’intento”, “Informata dal contesto” e “ridisegnata dall’intuito”.

Definire in modo preciso gli intenti  da perseguire nella realizzazione di una rete permette all’IT di passare da processi tradizionali a una completa automazione, consentendo di gestire fino a milioni di dispositivi in pochi minuti;  l’interpretazione dei dati raccolti quotidianamente nel contesto esecutivo, poi,  permette alla rete di fornire nuove insight tratti proprio dagli analytics. Non solo è importante il singolo dato recepito, ma anche il contesto: chi, cosa, quando, dove e come emerge un dato.

La rete intuitiva interpreta il contesto restituendo maggiore sicurezza, esperienze e risposte più profilate accelerando tempi e attività.

E veniamo appunto all’intuito, che in termini IT si traduce in machine learning, sistemi IT progettati per possedere una capacità automatizzata di apprendimento  su larga scala. Cisco infatti utilizza l’enorme volume di dati che passa attraverso le proprie reti in tutto il mondo combinandolo con sistemi avanzati di IA per realizzare un machine learning rapido e integrato, in grado di fornire insight predittivi e perseguibili.

Con il networking intent-based Cisco ha creato un sistema intuitivo che anticipa le azioni, blocca le minacce alla sicurezza, apprende e si evolve in modo lineare e costante analizzando i dati i flussi e le attività come fossero un tessuto,  un qualcosa di unico, in modo analogo al concetto già presente da tempo nei data center, che permettere di sfruttare in pieno i software defined access, e di stabilire così una policy per ogni device che si collega e applicarla trasversalmente a tutta le rete.

Come spiega  Alberto Degradi, Infrastructure Architecture Leader di Cisco Italia, “la digitalizzazione ha accresciuto l’importanza della rete che è diventata un’infrastruttura fondamentale per l’innovazione. Nei prossimi anni ci aspetta una crescita dei device di rete, non solo per quantità ma anche per tipologia. La Rete intuitiva è la risposta alle nuove sfide, rapidità nel provisioning, automazione intent based e controllo delle minacce informatiche anche per il traffico criptato“.

La nuova era del networking, insomma, è arrivata, ed è necessario adeguarsi per cavalcare al meglio il drive digitale.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa estesa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi